VENETALAB BREGANZE – AZZURRA 2-9

Un’Azzurra così fa solo sognare…
I novaresi espugnano il difficile campo di Breganze per 9-2 e pensano in grande!

Era nell’aria, era negli occhi di questi ragazzi e soprattutto nelle speranze di società e tifosi: dopo mesi e mesi di sofferenza, di duri allenamenti guidati dal coach Mario Ferrari e di intuizioni davvero uniche di un mercato che sta dando le sue soddisfazioni guidato dal presidente Scacchetti, ecco che è arrivata l’impresa sportiva. Quella che i tifosi auspicano sia la prima di una lunga serie. E così l’Azzurra Novara espugna con un micidiale 2-9 il difficile campo di Breganze, realtà neo retrocessa in A2 e che ha organico e voglia di tornare nel campionato di massima serie di hockey. Ma i Ferrari’s Boys si sono preparati anche questa settimana al meglio e hanno offerto una prova straordinaria, decisa dalle parate di Gilli, dal poker dell’argentino Gonzalez (davvero immarcabile) e dalla doppietta di un Bergamin che è stato profeta in patria ed è tornato nel migliore dei modi nel ‘suo’ Veneto.
La partita: il tecnico dei padroni di casa Perea all’inizio opta per: Zanfi, Dal Santo, Torres, Bertollo e Dalla Valle. Ferrari conferma il quintetto base con cui aveva cominciato la scorsa settimana al Pala Dal Lago contro lo Scandiano: Gilli, Gonzalez, Oscar Ferrari, Bergamin e Schena. Pronti, via… e Ferrari porta in vantaggio l’Azzurra al 4’; al 10’ Gonzalez raddoppia e i veneti sembrano non aver inquadrato al meglio il match, venendo surclassati dal punto di vista del gioco e delle conclusioni dagli ospiti. Il tempo si chiude sullo 0-2 anche se va sottolineata nel finale la parata di Porazzi, il portiere di riserva subentrato a Gilli (cartellino blu) nel penalty battuto da Torres. La ripresa comincia con l’Azzurra pronta a colpire e al 6’ Mele cala il tris. Quindi al 7’, all’11’ e al 12’ è proprio… valanga Azzurra grazie a Bergamin (doppietta) e a Gonzalez. Al 15’ l’argentino sigla la rete dello 0-7 e qualcuno in tribuna stropiccia gli occhi per lo spettacolo offerto dai novaresi. Nel finale rete della bandiera di Torres, cui risponde poco dopo capitan Mastropasqua; quindi Dal Santo per i locali a 1 minuti dalla fine e Gonzalez a 11” dalla sirena conclusiva a suggellare un successo davvero stellare.
Molto contento e soddisfatto della prestazione della sua squadra il coach Ferrari: “Abbiamo giocato bene in casa della capolista, con una difesa granitica, in contropiede e non perdendo mai la testa. Felice anche per il debutto positivo di Porazzi in un momento che poteva essere delicato del match, ma il suo rigore parato e le successive respinte ci hanno dato la carica. Dedichiamo questo successo all’amico Massimo Barbero”.
Prossimo impegno per l’Azzurra Hockey ancora in Veneto, questa volta in casa di un’altra squadra tra le favorite per l’A2: il Bassano 1954. Come sempre i ragazzi prepareranno al meglio questa sfida prima del ritorno al Dal Lago, previsto per sabato 27 contro Modena.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...